Rosaria Stevenzazzi

Nata a Gallarate in provincia di Varese, nel 1960, Rosaria Stevenazzi intraprende gli studi artistici presso il Liceo Artistico Candiani di Busto Arsizio e, più tardi, conseguirà la laurea in pittura presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera. Il suo esordio è nel campo grafico e figurativo con l’impiego di tecniche tradizionali da cui prende avvio una personale sperimentazione legata soprattutto ad effetti plastici e ai valori formali. In concomitanza all’attività espressiva l’artista sviluppa la ricerca nell’ambito della storia dell’arte con le relative problematiche di valorizzazione del patrimonio culturale; interessi coltivati attraverso studi ed approfondimenti, in funzione anche della professione di insegnante di storia dell’arte.
Le sue opere, oltre ad essere accomunate da una paziente elaborazione tecnica basata su particolari passaggi cromatici e delicati chiaro scuri, spesso accostati a materiali riciclati, scaturiscono da un accurato disegno che si sviluppa in volumetrie. Tuttavia questi non sono gli unici elementi costitutivi del suo lavoro: nelle architetture, e in particolare nella rappresentazione delle fabbriche, l’artista avvolge le strutture entro una dimensione atemporale, assolutamente immobile e silenziosa, fissata dai contorni netti della figura dolcemente plasmata dalla luce. Ne consegue che, pur partendo dal dato concreto, si approda a una dimensione che va oltre il reale, senza però sconvolgerne totalmente l’origine figurativa.

Esposizioni collettive:
2009 – Saturarte Genova Palazzo Stella
2009 – “Labirinti della psiche” Milano Galleria Il Borgo
2009 – Partecipazione al trofeo Moroni Bergamo Galleria d’Arte Artemisia
2009 – Saturarte “the wall” Genova Palazzo Stella
2010 – Ciurlionis National Art Museum Lituania
2010 – Milano I esposizione Libreria Bocca
2010 – Collettiva Galleria Artemisia Bergamo
2011 – Milano II esposizione Libreria Bocca
2014 – Saturarte Genova Palazzo Stella
2015 – collettiva itinerante “Expo per la provincia di Varese”
2015 – I esposizione “Luoghi, personaggi e miti pavesiani”. Santo Stefano Belbo
2015 – Castello di Masnago: opere per La Divina Commedia
2016 – Novara “Vernissage” e “per filo e per segno” Centro Culturale La Riseria Novara
2016 – “Forme espressive” Chiostro di Voltorre.
2016 – II esposizione “Luoghi, personaggi e miti pavesiani” Santo Stefano Belbo
2016 – “Un francobollo per la città di Varese” Villa Mirabello
2017 – “Find me” Vernice Contemporanea- Spazio Kanz – Venezia
2018 – “Epifania dell’Oltre” Vernice Contemporanea – Bunker Villa Caldogno – Vicenza
2018 – “Il fascino discreto di una provincia chiamata di Varese” itinerante per la prov.di Varese
2018 – Selezione alla XII Biennale d’Arte Internazionale di Roma
2018 – “L’arte che vola” Milano Galleria Cubet
2019 – Arte in arte e mestieri – Suzzara Fondazione Scuola Arti e Mestieri
2019 – Acqua Villa Brentano Busto Garolfo

Cataloghi:
2009 – Catalogo collettiva Saturarte
2010 – Catalogo collettiva New Artemisya Gallery
2015 – Pubblicazione su “Varesemese” dell’articolo scritto da Fabrizia Buzio Negri
2015 – Catalogo collettiva “La Commedia Dantesca”
2016 – Catalogo collettiva Novara Art Prize
2016 – Catalogo collettiva “ Un francobollo per la città di Varese”
2018 – Catalogo collettiva Vernice Art Prize
2018 – Catalogo collettiva “Una provincia chiamata di Varese”
2019 – Collezione privata: esiti finali Milano House Gallery Cubet

Altro:
2018 – Menzione speciale giuria XII biennale di Roma
2014 – Menzione speciale concorso “Tesori nascosti” indetto dalla Pubblica Istruzione sulla valorizzazione dei Beni Culturali Locali