Lorenzo Zenucchini

Lorenzo Zenucchini nasce ad Arona, in provincia di Novara, il 13 dicembre 1995 e frequenta la Scuola d’Arte. Ha iniziato a disegnare fumetti e personaggi Walt Disney sin da bambino e cresciuto con le matite ha appreso, attraverso la conoscenza lontana di personaggi famosi, una buona maestria nei ritratti.
Nel 2015 ha progettato una Firenze per la sua prima mostra collettiva di design, la sua prima esposizione internazionale a Innsbruck, dove ha portato la sua prima tela in cui gli artisti che lo ispirano si incontrano (linearità di Leonardo da Vinci e la creatività di Andy Warhol), ottenendo un grande consenso da parte del pubblico.
Dal 2016 ha incluso anche l’arte Zen nei suoi ritratti con colori vivaci.
Durante l’anno partecipa a Gala ‘de l’open di venti artisti che passano una vasta selezione. A novembre espone una Firenze alla Fortezza del Basso con i critici Daniele Randini Tedeschi e Vittorio Sgarbi e Vinci sempre più approvati dalla critica. Nel 2017 ha partecipato ad Arte Genova alla Biennale di Palermo dove ha ricevuto il Premio della Critica da Paolo Levi da qui in poi esposto a Las Palmas Canary, a Dubai, alla Biennale di Barcellona, al Museo Europeo di Arte Moderna. Nuovamente poi invitato al Gala ‘de l’Arte, vincente per il premio alla mostra presso l’Ambasciata d’Italia a Monte-Carlo. Grazie a Stefania Pieralice e Gianni Dunil, è arrivato poi al critico d’arte Daniele Randini Tedeschi, attuale curatore del Padiglione del Guatemala a Palazzo Albrizzi Capello in concomitanza con la Biennale di Venezia. In autunno espone alla galleria C di Luciano Carlini. Nel 2018 è tornato a Barcellona per esporre in una galleria spagnola e con un video espone a New York con una galleria svizzera. Ha esposto anche a Londra e Cava dei Tirreni con Artetra vincendo Art Milan, richiamato poi a Montecarlo alla Gala’de Art ed invitato alla Camera dei Deputati italiana, dove ha ricevuto l’unico premio di 22 anni, il Premio alla carriera. Dal 06/11 è stato a Venezia all’Europa Padiglione di Palazzo Albrizzi Cappello che ospita anche la Biennale di Architettura. Nell’Atlante De Agostini pubblicato da De è stato selezionato per farne parte. È stato anche da una galleria americana per seguirlo per un anno nelle fiere in Americane Miami – Red Dot Art Fair, New York – fiera expo, Los Angeles – LA Show art, poi seguire netronare in Europa a Montecarlo e in succesione Madrid – Goya e in italia a Venezia – Palazzo San Deodoro e Roma e a Bologna alla Wiki Gallery.