Gianni Depaoli

Gianni Depaoli artista materico è nato a Ivrea il 04 marzo 1961.Vive e lavora a Candia Canavese in un ex magazzino frigorifero ribattezzato Museo Menotrenta, le sale espositive sono le ex celle frigorifere. Ha creato mostre e installazioni che testimoniassero il degrado ambientale e sociale attraverso progetti itineranti sostenuti da musei e da Enti Istituzionali: iniziative note con il nome di Mare Nero Museo di Bergamo, Allarme Ambiente Museo di Scienze Genova, Museo A come Ambiente Torino, Museo Garda Ivrea, Museo Acquario di Milano, Museo La Specola Firenze, Museo Tecnologicamente Ivrea, Museo Acquario Messina, AAM Spazio 24 Milano, Casa Ernesto Francotto Busca .Installazioni, Anime Silenziose inaugurato all’ Acquario civico di Milano, Verso il Quinto mondo Paratissima Torino, Oceaniche Alchimie Biennale Italia -Cina Torino, 54° Biennale Internazionale d’ Arte della Biennale di Venezia, “Hopeart Jungle” alla Venaria Reale. La nuova ricerca sviluppata con l’usodi inchiostri e pelli di cefalopodi trattati per la conservazione e manipolati con aghi d’ acciaio e bisturi, lo porta ad indagare e trasformare la materia per scoprirne bellezza e trasparenza, ma non dimenticando i drammi precedentemente trattati. Questo nuovo studio dona nuova vita allo scarto organico che considera l’anello di congiunzione ed il ricordo indelebile del prodotto che ha nutrito l’Essere Umano. “Dall’edibile che nutre il corpo, all’arte che nutre lo spirito”. Viene invitato alla Galleria d’Arte Moderna di Genova Nervi per la personale “Rossomare” l’opera I.E.F. è nella collezione del Museo, all’Ambasciata Italiana a Montecarlo con l’opera in permanenza “Prede e Predatori” sul catalogo dell’Ambasciata ed a GemLucArt di Montecarlo per i progetti annuali sulla Ricerca Sul Cancro, al progetto “EkoVespa Project” in permanenza al Museo Piaggio di Pontedera. Nel 2017 la ricerca della forma, del colore e della trasparenza lo porta ad un nuovo studio. La pittura materica diventa il più forte impulso per la ricerca del colore naturale, che diventerà l’unico colore utilizzato, regolato dalla manipolazione dei cromatofori esistenti nel prodotto, senza aggiunte di colori artificiali. Con il progetto Abissi, indaga il noto e l’ignoto e i percorsi tortuosi del pensiero umano. Scopre ed evidenzia le ferite e le escrescenze della pelle lacerata che diventano abissi e meandri dove il pensiero si perde e si modifica, svelando i patimenti che ha subito l’artista durante il suo percorso di vita, che lui stesso definisce la sua Via Crucis. Viene invitato ad esporre al Mauto con “Eko500Project” in occasione del 60° anno della Fiat 500, al Macist di Biella in occasione 70° anno della Vespa, a Paratissima Milano, Bologna e Torino, Biennale Internazionale di Asolo, Biennale Internazionale di Salerno, GemLucArt di Montecarlo con l’ opera che denuncia la violenza sulle donne “Silence Kills”, personale a Montreaux, installazione “Oceani 2.0” site-specific al Museo del Parco di Portofino e inviti in altri Enti Istituzionali, nel 2020 viene inserito nell’ Atlante dell’ Arte DeAgostini, nel 2020 partecipa in periodo Covid alla mostra virtuale #domaniinarte alla G.A.M. di Roma, una sua opera viene esposta alla 17° Montecarlo Film Festival, vince a Paratissima Best N.I.C.E. Artist 2020, finalista Exibart Prize 2020, finalista Mellone Art Prize 2020. Dal 2020 in seguito a vicende subìte da lui e dai suoi famigliari, torna a trattare con molta più forza e rabbia i temi che gli sono stati cari fin dagli esordi: i comportamenti scellerati dell’ uomo ed il conseguente deterioramento ambientale e sociale, rappresentando nelle sue opere soprattutto le conseguenze sull’ uomo. Nella sua incessante ricerca di materiali organici marini che trasmettano messaggi forti legati alle tematiche trattate, scopre nel 2020 “le schiuse di ovature” affascinanti agglomerati che evocano il senso della Vita. Ora fanno parte delle nuove opere.

Mostre principali:

Arte Sacra, Bacs, Mentone, Francia. (2021 collettiva)

Esposizione Triennale di Roma, Palazzo Borghese, Roma (2021 collettiva)

War Drama, finalista, Fondazione Dario Mellone, Villa Brentano, Busto Garolfo (2021 collettiva)

9° Biennale d’ Arte Internazionale a Montecarlo, Metropole Palace, Montecarlo (2021 collettiva)

Exibart Prize 2020, Finalista. (2021 collettiva)

Crac, Paratissima N.I.C.E., Torino. (2020 collettiva)

#domani in arte, Galleria Arte Moderna, Roma. (2020 collettiva)

Hope, Museo M.A.C.I.S.T., Biella. (2020 personale)

Oceani 2.0, Opera in permanenza, site specific, Museo del Parco di Portofino. (2019 personale)

GemLucArt auditorium Ranieri III, Montecarlo. (2019 personale)

Abyss Montreux Art Gallery, 2M2C, Montreux, Svizzera.(2019 personale)

Hit Parade, Mauto, Torino. (2018 collettiva)

La Vespa nella Storia e nell’Arte, a cura di Omar Ronda, M.A.C.I.S.T., Biella. (2018 collettiva)

4 °Biennale Internazionale, terzo classificato, Asolo. (2016 collettiva)

Biennale Italia-Cina alla Cittadella a cura di Sandro Orlandi, Torino. (2016 collettiva)

GemLucArt, primo classificato con le jardin des caresses, Montecarlo. (2014 collettiva)

EkoVespa, Museo Giovanni Alberto Agnelli Fondazione Piaggio, Pontedera (2014 personale)

Eko500 Project, AAM Spazio Eventiquattro a cura Francesca Baboni, Milano.(2013 personale)

Hopeart Jungle a cura Francesca Canfora, Reggia di Venaria Reale. (2012 collettiva)

L’Arte non è cosa nostra, 54° Biennale di Venezia,Padiglione Italia a cura di V. Sgarbi.(2011 collettiva)

Rossomare, Galleria d’Arte Moderna, a cura di Maria Flora Giubilei, Genova Nervi (2011 personale)

Only Italy, Teatro Stabile di Hangzhou, Hangzhou (Cina). (2010 collettiva)

Allarme Ambiente, Museo Civico Garda, , a cura della Fondazione Natale Capellaro , Ivrea. (2009 personale)

La Programma 101, installazioni CentoOlivetti, Fondazione Natale Capellaro, Ivrea. (2008 personale)

Allarme Ambiente, Museo Giacomo Doria, Genova. (2008 personale)

Allarme Ambiente, Museo A come Ambiente, Torino. (2008 personale)

Mare Nero, Museo Civico Enrico Caffi, Bergam. (2007 personale)

Nuove tecniche al servizio dell’esposizione museale, Museo La Specola, Firenze.(2007 personale)

 

Premi:

Torino 2020, Paratissima Premio Best N.I.C.E. Artist

Milano 2020, Biancoscuro Art Contest 20 Premio collettiva Montreaux

Montecarlo 2019, 1° classificato”green green” GemLucArt Auditorium Ranieri

Montecarlo 2018, 1° classificato Biancoscuro Art Contest 18

Montecarlo 2017, 1° classificato Biancoscuro Art Contest 17

Asolo 2016, 3° classificato Biennale Arte Contemporanea Asolo

Salerno 2015, 2°classificato, Biennale Arte Contemporanea, P.Fruscione

Montecarlo 2014, 1° classificato, GemLucArt, Auditorium Ranieri III.

Roma 2014, S.E.R.R., 1° classificato Palazzo Valentini.

Torino 2013, 1° classificato, Millennium Museo Scienze Naturali

 

Collezioni pubbliche:

Galleria Arte Moderna di Genova Nervi, Genova

Museo del Parco di Portofino, Portofino

Museo Giovanni Alberto Agnelli Fondazione Piaggio, Pontedera

AMIU, Genova

Museo A come Ambiente, Torino

Fondazione Natale Capellaro – Museo Tecnologic@mente , Ivrea

Museo Acquario Civico, Messina.

Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco, Montecarlo.

Parco Querini, Vicenza

Museo a cielo aperto, Camo.

Museo M.A.C.I.S.T., Biella.

Circolo degli Artisti di Torino

 

Pubblicazioni:

L’ Arte al tempo del Corona Virus 2021, edito da Skira, Milano.

Atlante dell’Arte Contemporanea 2021, edito da DeAgostini

Atlante dell’Arte Contemporanea 2020, edito da DeAgostini

“L’ art de la corbeille organique”, Catalogo GemLucArt 2019, Montecarlo

Libro Museo Parco di Portofino opera Oceani 2.0, anno 2020

Catalogo ProBIENNALE Palazzo Grifalconi Loredan acura di Vittorio Sgarbi, Venezia, opera Marilin, anno 2017

Catalogo Milano Scultura Limited a cura di Valeri Dehò, anno 2017, opera Installazione EKO500PROJECT.

Catalogo mostra Internazionale Spoleto a cura di Vittorio Sgarbi, Festival due Mondi, anno 2017, opera Marilyn e Essenze scomposte.

Catalogo 4° Biennale di Asolo, 3° classificato opera Le jardin des caresses, anno 2016

Libro Biennale Italia-Cina alla Cittadella di Torino a cura di Sandro Orlandi, opera “Alchimie Oceaniche”, anno 2015

Catalogo Milano Expo dal 1906 al 2015, palazzina liberty Milano, a cura di Vittorio Tonon anno 2015

Libro “l’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco”, anno 2014, opera Prede e Predatori

Libro Mostra Internazionale GemLucArt Montecarlo 1° classificato, opera Le jardin des caresses, anno 2014

“Contaminazioni e mattanze da Museo” Catalogo mostra personale GAM di Genova Nervi “Rossomare” 22 opere, anno 2011

“Lo stato dell’Arte”, 54 ° Biennale Internazionale d’ Arte di Venezia, a cura di Vittorio Sgarbi, anno 2011, opera I.E.F. e EKOSEA

“1938” Catalogo 150 artisti raccontano la nostra storia, cura di Vittorio Tonon, Archivio di Stato, Novara opera Black and white skin with knife, anno 2011